DECRETO LEGGE CURA ITALIA

Cassa Lombarda, per dare attuazione alla normativa prevista dal Decreto Legge “Cura Italia”, ha completato la fase di studio delle azioni da mettere in campo allo scopo di venire incontro alle esigenze di famiglie ed imprese, colpite dagli effetti della crisi economica innescata dall’emergenza sanitaria Covid-19.

Le misure previste dal Decreto riguardano i soggetti privati, i liberi professionisti e i lavoratori autonomi con riferimento ai mutui prima casa e le piccole medie imprese per i finanziamenti a breve e medio lungo termine, con modalità di accesso differenziate per le due categorie di beneficiari.

Potranno richiedere, tramite la Banca, la sospensione delle rate del mutuo prima casa, di importo erogato non superiore ad Euro 250.000,00 relativo ad immobili classificati in categoria “non di lusso”, mediante l’accesso al Fondo di Solidarietà istituito con la legge n. 244/2007 presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e gestito da Consap SpA (Concessionaria servizi assicurativi pubblici), i soggetti privati che hanno perso il lavoro o in cassa integrazione per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi. Fino al 18 dicembre 2020, potranno richiedere l’accesso al Fondo di Solidarietà anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che hanno avuto una riduzione degli introiti pari ad almeno il 33% del fatturato, come conseguenza delle misure restrittive imposte dal governo per contenere i contagi dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Potranno invece domandare la sospensione e proroga fino al 30 settembre 2020 dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, le piccole e medie imprese (PMI) occupanti meno di 250 persone e con un fatturato annuo non superiore ai 50 milioni di euro, o, in alternativa, un attivo totale di bilancio annuo non superiore ai 43 milioni di euro, aventi sede in Italia, senza posizioni debitorie classificate come “esposizioni creditizie deteriorate” e che autocertifichino di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Per maggiori dettagli sulle modalità di presentazione delle richieste di accesso al Fondo di Solidarietà da parte dei soggetti privati, liberi professionisti e lavoratori autonomi, e delle richieste di sospensione e proroga dei finanziamenti da parte delle PMI si rimanda al modulo allegato.

Cassa Lombarda, per tutelare la salute dei suoi clienti, dei suoi dipendenti e rispettare le indicazioni del Governo sulla gestione dell’emergenza Coronavirus, ha attivato la modalità di lavoro cd. smart working, pertanto il Vostro referente commerciale è pienamente operativo anche da remoto ed è, come di consueto, a disposizione per qualsiasi chiarimento ed approfondimento sul tema.

Le domande, con i relativi allegati, dovranno essere inoltrate tramite posta elettronica certificata all’indirizzo segreteria.crediti@postacert.cassalombarda.it o a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo Cassa Lombarda S.p.A. – Direzione Crediti - Via Manzoni, 14 - 20121 Milano.